• Alla fine degli anni 80', arrivato quasi ai 18 anni e verso la fine della scuola, il mi' babbo mi chiese quali programmi avessi per il futuro. Ovvero: "Vai a lavoro da qualche parte o rimani qui con noi?".
    Io gli risposi che, forse, lavorando per conto mio mi sarei tolto qualche soddisfazione in più e che sarei rimasto volentieri a lavorare in azienda con la nostra famiglia.
    Ripensandoci oggi, per certi versi mi viene in mente: "Ma sarò stato poco bischero!"
    Quando presi la mia decisione non avevamo neanche 10 ettari di vigna, la cantina era molto piccola e poco funzionale, l'attrezzatura obsoleta e le sole degustazioni che facevamo erano quelle con un nostro caro amico enologo per decidere i tagli del vino sfuso alla vendita diretta. La domenica però non si lavorava, riuscivamo a farci tutti delle discrete vacanze e dopo pranzo ci scappava anche un piccolo riposino.
    Oggi siamo sempre in guerra!!
    Non è ancora giorno e già siamo in cantina, perché anche se ci sono delle nuove attrezzature che danno un grande aiuto, non è semplice gestire la vinificazione e trasformazione di circa quattromila quintali di uva, occuparsi dei materiali per le 200.000 bottiglie che gireranno il mondo, organizzare gli imbottigliamenti, gli ordini, le consegne e tanto altro ancora.
    Poi è nato il ristorante, con gli oltre 200 posti a sedere e con tutti gli annessi e connessi (cucina, personale, rapporti con i clienti, orari, ecc...) e la faccenda è diventata davvero seria.
    Addio alle domeniche e alle serate in famiglia, e via con orari di lavoro da paura e notti sempre più corte.
    Fortunatamente possiamo contare su un gruppo di splendidi collaboratori (sarebbe troppo riduttivo definirli solo operai), grazie ai quali (tra una discussione e l'altra!), l'azienda procede a grandi passi ed in costante crescita.
    Gli stimoli a far bene non mancano, dato che i nostri clienti sono in continuo aumento e che ci fanno un sacco di complimenti per vino, cucina, servizio e rapporto umano. Quest'ultimo sempre più raro e sempre più prezioso!!!
    Sicché, tutto sommato, anche se è un grosso impegno fisico e mentale, tanti di quegli obbiettivi che avevo a 18 anni, li ho effettivamente raggiunti e quelle soddisfazioni che speravo di realizzare si sono in buona parte arrivate.
    Quindi, tante grazie a tutti quelli che collaborano con noi, ai nostri clienti presenti, passati e futuri e a tutti quelli che continuano a credere in noi e che ci danno le motivazioni e la spinta necessarie per proseguire nel nostro cammino.

    Grazie
    Marco

    Appuntamenti fissi per l’Azienda Agricola sono:

    • nel mese di Aprile, Il Ciliegio partecipa all’evento internazionale Vinitaly di Verona, dove sono stati conseguiti due diplomi di Gran Menzione per due nostri vini: il SuperTuscan “Infernaccio” e il Vin Santo del Chianti;
    • grazie alla collaborazione con i più noti club toscani, organizziamo periodicamente Raduni d’auto d’epoca, con passeggiate itineranti immerse nelle verdi colline senesi, per finire poi al nostro ristorante, a gustare i sapori e i profumi della terra di Siena.
  • Fattoria Il Ciliegio - Via Uopini, 94 53035 Monteriggioni (SI) - E-mail: info@ilciliegio.com - Tel: 0577 309055 - Fax 0577 310068